Italian English French German Spanish
TwitterFacebookYoutubeBlogger
Venerdì, 19 Ottobre 2018 20:15
ULTIMISSIME
11:59 2 FILM A GAETA! La possibilità di vivere un'esperienza unica sul Set - Si cercano comparse dai 18 agli 80 anni 11:16 GAETA Mitrano chiamato a spiegare cosa sarebbe successo nelle 24 ore intercorse tra l'attribuzione e la revoca delle deleghe a Ciaramaglia Stasera in onda su Teleuniverso con il 11:41 LUMINARIE GAETA 2018/19 video*** Il sindaco Mitrano non si fa mancare nulla! In città il Direttore Esecutivo ENIT - Ente Nazionale Italiano per il Turismo Giovanni Bastianelli 10:04 GAETA Assolto il giornalista Pagano difeso dall'avv. Ferraro. Dopo l'articolo "...spiagge libere sempre più piccole...." arriva la denuncia-querela del legale rappresentante di uno stabilimento balneare. Sentito come 19:19 MULTIPIANO FORMIA “Ora non si può più far finta di nulla - Di Cesare - Chiedo un intervento immediato della Guardia di Finanza e della Procura" 18:47 Artusa, Corte di Appello di Perugia accoglie istanza di Revisione del processo. Sentenza per rapina non più esecutiva! La soddisfazione dell'avvocato Cardillo Cupo. 18:12 FORMIA Rimesso in libertà 53enne arrestato dalla Polizia per spaccio di droga nel week end scorso. M.R. assistito dagli avvocati Bove e D'Elia 13:27 video*** Il Polpo gigante CASPER a Villa Sirene - CORALLI E STELLE MARINE su Corso Cavour..Le bellissime novità della III edizione "Gaeta si illumina con Favole di Luce" 20:49 "AMBRA UNA DI NOI" Emozioni alla Pozzi Ginori di Gaeta L'attrice è Anna...un'operaia nel film BRAVE RAGAZZE diretto da Michela AndreozziI

GAETA Porto - Calo del 49% dei movimenti di merce in solo due anni! Il grido di allarme dell’Associazione Operatori del Porto


Calo del 26% dei movimenti di merce al Porto di Gaeta: l’Aopg richiama l’attenzione delle Istituzioni

GAETA 21 luglio 2018 - Il forte calo dei traffici mercantili nelle banchine dello scalo pontino – meno 26% rispetto a un anno fa e meno 49% rispetto a giugno 2016 - ha spinto l’Associazione Operatori del Porto di Gaeta a caldeggiare una maggiore collaborazione con l’Autorità di Sistema Portuale, al fine di tutelare l’occupazione e risollevare l’economia locale.

Gli ultimi cali di merci movimentate nel porto di Gaeta richiedono la collaborazione di imprese, autorità e Istituzioni.

Questo il grido di allarme dell’Associazione Operatori del Porto di Gaeta, il soggetto che racchiude tutte le aziende che operano dallo scalo pontino e che di fronte ai dati ufficiali resi noti dall’Autorità di Sistema Portuale auspica una forte sinergia con chiunque abbia a cuore il destino occupazione e il destino dello sviluppo di un intero territorio.

“Il nostro obiettivo e di far riprendere le attività commerciali nelle banchine del porto” spiega Damiano Di Ciaccio, presidente dell’Aopg.

“Questo alla luce degli importanti e strategici investimenti di diverse decine di milioni di euro effettuati negli ultimi anni dal governo tramite l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrosettentrionale (Porti di Roma), destinati al dragaggio dei fondali antistanti il porto e il quadruplicamento della superficie delle banchine stesse.

L’associazione pertanto chiede il completamento di queste opere non ultimate insieme ai lavori di accesso al porto e una maggiore attenzione allo sviluppo della viabilità nazionale di collegamento perché allo stato attuale  rappresenta  un grosso ostacolo allo sviluppo del porto per la scarsa competitività delle aziende situate nel raggio di 100 km, che hanno nello scalo gaetano la propria principale porta dove inviare le proprie merci”.

Obiettivo primario dell’Aopg è di intensificare i rapporti con l’AdSP e con le Istituzioni locali, al fine di far ripartire i traffici merci – in arrivo e in partenza da Gaeta – riportandoli ai livelli del 2014.

Primarie aziende, che rappresentano una forte quota tra le imprese portuali, stanno spostando altrove le proprie attività logistico-portuali, mantenendo nel “Golfo” il proprio quartier generale solo per un forte legame affettivo.

Forti indiscrezioni portano a pensare che ove il porto di Gaeta e il suo contesto non andassero a evolversi, le attività potrebbero essere completamente trasferite altrove dove ci fossero migliori condizioni per fare impresa, a danno quindi della economia e delle maestranze locali. Per i dati ufficiali, vedere tabella qui sotto.

Qui di seguito, tabella esplicativa che indica le tonnellate di merce transitate per il porto di Gaeta nei mesi di giugno degli ultimi 5 anni e variazione rispetto allo stesso mese dell’anno precedente:

giu. 2018                              giu. 2017                              giu. 2016                              giu. 2015                              giu. 2014

185.375 (-26%)                  250.481 (-34%)                  379.026 (+65%)                 229.835 (-44,5%)              413.570

 

Tonnellate merci movimentate a giugno 2018 rispetto a:

giugno 2017: -26%

giugno 2016: -49%

giugno 2015: -19,5%

giugno 2014: -55,2%

fonte: Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrosettentrionale

 

Video Notizie

Clicca Mi Piace e resta sempre aggiornato!