Italian English French German Spanish
TwitterFacebookYoutubeBlogger
Mercoledì, 12 Agosto 2020 07:50

FORMIA "Disastrosa Amministrazione, Un bilancio di fine estate pessimo" - L'attacco del Consigliere provinciale Cardillo Cupo -


Cardillo Cupo -  "Un bilancio di fine estate pessimo, che mai come questa estate racchiude il senso di una disastrosa Amministrazione- Cinque anni a dir poco catastrofici, l'unica fortuna è che sono quasi finiti."

Da molto tempo andiamo denunciando la scarsa qualità della vita nella quale sono costretti a vivere i cittadini formiani.

L’attuale amministrazione comunale assomiglia in maniera inquietante alle condutture di Acqualatina, un colabrodo che fa acqua da tutte le parti: una mortificazione quotidiana per tutti i cittadini ed un dissenso totale verso la Giunta Bartolomeo che esula da colori o raggruppamenti politici ma che accomuna tutti con la stessa conclusione: un Fallimento Totale.

Emblematica in tal senso l’emergenza idrica vissuta dal nostro territorio ormai da anni, che ha letteralmente messo in ginocchio anzitutto la dignità dei cittadini ; allo stesso modo il principale tutore della salute, dell’incolumità e della qualità della vita della cittadinanza formiana – l’amministrazione comunale - è impegnato a perseguire i propri interessi, affaccendato nei propri affari, mentre la città brucia, si asseta, si abbandona al caos e all’illegalità.

Ciò che accomuna tutte le grandi questioni del nostro territorio sono accomunate da grandi proclami enunciati nella campagna elettorale, servita per arrivare al potere solo per sistemare i propri interessi, senza poi avere tempo per concretizzare quanto promesso. Analizzando solo gli ultimi mesi emerge un quadro a dir poco nefasto.

Incendi : Nonostante l’impegno preso in campagna elettorale – come dicevamo – di salvaguardare le nostre montagne, incentivarne lo sviluppo, la tutela e le attività produttive, in primis il turismo e l’agricoltura, la città ha vissuto cinque anni di distruzione causata dagli incendi. Nessuna risorsa è stata impegnata, nessun progetto avviato e nessuna collaborazione con altri enti è stata stretta per evitare il disastro . Migliaia di ettari distrutti, decine di migliaia di finanziamenti persi: alla faccia della tanto decantata economia della montagna e del Turismo.

Acqua : Dopo lunghe estati senza acqua per mesi – in alcuni casi ininterrottamente – a pochi mesi dalle elezioni il sindaco ha deciso che era arrivato il momento di interessarsi ad un nuovo pozzo. Nel frattempo ha continuato a fornire sponda e copertura ad Acqualatina, evidentemente per non scontentare qualcuno...

Non un esposto, un’ordinanza, nemmeno la propria adesione a manifestazioni di protesta di cittadini esasperati ma pacifici che hanno dovuto subire anche la beffa di una denuncia. Completamente abbandonati dalle istituzioni, con i contatori che continuavano a fatturare aria, e lasciati soli dal loro primo rappresentante. Anche su questo tema il programma elettorale era chiaro: uscire da Acqualatina. Ancora una volta solo chiacchiere.

Legalità : Peggio che andar di notte. Tralasciando le innumerevoli vicende che hanno martoriato per mesi e mesi la credibilità della Cittá, oggi assistiamo a spiagge abbandonate dai concessionari nonostante un’ordinanza comunale lo vieti per garantire il servizio di salvataggio e pulizia per i bagnanti fino al 30 settembre.

Nessuno fa nulla mentre gli amici degli amici vincevano concorsi annunciati sulla stampa mesi prima dei risultati, una farsa incredibile per un'amministrazione che in campagna elettorale urlava alla legalità ed alla trasparenza, organizzando persino le giornate della legalità, salvo poi arrendersi davanti all'evidenza ed all'ilarità che generavano in tutta la Regione.

Infrastrutture : Zingaretti sarà a Formia per inaugurare una stanzetta adibita a libreria di quartiere. Per carità, un servizio importante. Ma furono proprio Bartolomeo e Zingaretti a non perdere occasione meno di cinque anni fa – entrambi nelle rispettive campagne elettorali – per annunciare a gran voce la realizzazione di policlinico del Golfo, littorina, metropolitana del mare, pedemontana leggera, piano regolatore. Niente di tutto questo, per entrambi, le solite promesse.

Almeno su questo però sono stati coerenti entrambi : hanno lasciato al nostro territorio il NULLA.

Lo Sport : Questo sconosciuto ; non una manifestazione, non un'iniziativa o un coinvolgimento dei giovani, degli studenti o dei meno abbienti. Erano stati avviati percorsi virtuosi con il Coni e le scuole, oltre che con tante associazioni : tutto distrutto ad eccezione ovviamente dei contributi milionari che abbiamo potuto ammirare sulla cronaca per mesi.

Anche qui, in campagna elettorale, si gridava allo scandalo dei mancati bandi dei campi sportivi di proprietà comunale .... sono passati ben 5 anni ed ovviamente non è stato fatto nulla.

Servizi : La Città ha perso la propria centralità grazie a questa politica miope ; dopo aver perso nel disinteresse il NORM dei Carabinieri, la vicina sede distaccata del Tribunale, mentre rischia di perdere anche il Commissariato di Polizia e non versa la propria quota per mantenere almeno il Giudice di Pace a Gaeta, ecco la notizia del rischio di perdere anche la sede territoriale dell'Agenzia delle Entrate a favore di Fondi.

Cinque anni a dir poco catastrofici, l'unica fortuna è che sono quasi finiti.

Pasquale Cardillo Cupo
Capogruppo Idea Domani

Video Notizie

Clicca Mi Piace e resta sempre aggiornato!