Italian English French German Spanish
TwitterFacebookYoutubeBlogger
Sabato, 14 Dicembre 2019 11:29

FORMIA Comunità parrocchiale di Gianola ospita le reliquie del Beato Giovanni Paolo II


Dal 26 al 29 luglio la Comunità parrocchiale di Gianola di Formia condivide con tutti coloro che lo desiderano la gioia di poter ospitare le reliquie del Beato Giovanni Paolo II.

Il pellegrinaggio della reliquia, consistente in un pezzetto di stoffa intriso di sangue della talare indossata dal Papa il 13 maggio 1981, giorno dell'attentato in piazza San Pietro.
La reliquia è contenuta in un reliquiario rappresentante una Madonna che sorregge il Papa in un abbraccio avvolgente, a significare l'intervento miracoloso che lo stesso Papa ha attribuito alla Madonna, salvandolo da quell'attentato, ma anche l'affidamento totale del suo pontificato alla Vergine di cui era innamoratissimo.
L'arrivo della reliquia è previsto per venerdì 26 alle 20.30 con un primo momento di preghiera nel Parco De Curtis.

Poi la fiaccolata fino alla Chiesetta della Madonna delle Grazie dove resterà fino alla Santa Messa di domenica 28 che avrà luogo presso la Tenda dell'Incontro e sarà presieduta da don Gianni Toni Assistente dell'Unitalsi Lazio e Canonico cappellano del Santuario di Lourdes.Lunedì 29 la gioia si fa ancora più intensa per la nostra comunità perché la presenza della reliquia del Beato Giovanni Paolo II si concluderà alle ore 19 con la Solenne Concelebrazione Eucaristica presieduta dal Cardinale Angelo Comastri.                                                          

L'Unitalsi Nazionale ha voluto che la sacra reliquia di Giovanni Paolo II intraprendesse un "Viaggio" toccando tutte le parrocchie che lo desiderano sparse per tutto il territorio Italiano, l'evento coincide anche con l'anno della Fede voluto da Papa Benedetto XVI occasione importante per rivivere gli insegnamenti del Beato Giovanni Paolo II che con i suoi gesti e la sua testimonianza ha mutato il percorso della nostra storia. Ci ha insegnato con amore come si testimonia la "Sofferenza" rimanendo saldi nella fede. Questa sua vicinanza al mondo della "sofferenza", prima centrando l'attenzione sui malati , i deseredati , le popolazioni oppresse , e poi sperimentandola sulla propria pelle ha fatto stringere un legame particolare con l'Unitalsi.

Video Notizie

Clicca Mi Piace e resta sempre aggiornato!