Italian English French German Spanish
TwitterFacebookYoutubeBlogger
Sabato, 14 Dicembre 2019 10:54

FORMIA Ballottaggio: Maurizio Costa in vantaggio su Bartolomeo


Il risultato ottenuto dal candidato sindaco Maurizio Costa con 6.813 preferenze personali e la certezza di partire con un margine di vantaggio di 800 voti in più rispetto al avversario che lo sfiderà al ballottaggio, Sandro Bartolomeo, costituisce il dato di partenza dell'analisi post voto fatta da Maurizio Costa.

«Un grande risultato e per certi versi inaspettato – ha affermato Maurizio Costa – conquistato con passione, impegno e volontà di trasmettere alla gente un messaggio positivo, propositivo e incisivo nei suoi contenuti, figlio di un programma di governo credibile e fattibile. Abbiamo in primo luogo smentito e rispedito al mittente quei sondaggi taroccati fatti circolare ad arte dai nostri competitori, che ci vedevano perdenti al primo turno ed esclusi dal ballottaggio. Non solo abbiamo centrato il traguardo del ballottaggio, ma abbiamo mostrato una grande tenuta nei numeri e nelle percentuali perché la gente ha mostrato di gradire il nostro programma di governo. Nel corso della campagna elettorale ho percepito un crescendo di consensi nei nostri confronti proprio perché abbiamo saputo intercettare e riconoscere i segnali e le necessità di chi ci ha ascoltato.

La coalizione che mi sostiene ha saputo raccogliere un consenso tale da superare i due grandi blocchi tradizionali, legati al Pd ed al Pdl, che avrebbero dovuto sbaragliare il campo. La nostra volontà di cambiamento e rinnovamento si è ben sposata con l'aria che si respira in città e ciò fa ben sperare sull'esito positivo del ballottaggio e sul quale io sono fiducioso. Una fiducia che nasce innanzitutto dalla serietà della nostra coalizione, dalle persone che la compongono e che ringrazio per quanto fatto sinora, e dalla maturità e dalla saggezza dei cittadini di Formia che sono certo non intendono ritornare a cinque anni fa, come auspicato dal mio avversario. I flussi del voto ci consegnano un dato inequivocabile: la nostra è una coalizione compatta e coesa, senza divisioni, che si muove all'unisono e che non conosce personalismi. Ora dobbiamo proseguire il nostro cammino di contatto con la città, mentre per quanto concerne le altre forze politiche ribadisco che non intendo chiudere le porte in faccia a nessuno.

Intendo complimentarmi con Paola Villa, avevo previsto una sua affermazione positiva proprio perché ha saputo ben interpretare quel rinnovamento auspicato. Paola Villa rimane il nostro interlocutore privilegiato in ragione della comune condivisione di diversi aspetti del suo programma con il nostro. Per quanto concerne il Pdl rimane il rammarico per la strategia che hanno messo in campo e che alla prova dell'elettorato si è rivelata fallimentare. Hanno lavorato per separare e non per unire, dopo che per cinque anni hanno condiviso l'amministrazione della città con l'Udc. La città ha bocciato tale modo di agire perché in politica conta sapersi aggregare nell'interesse del bene comune e della collettività che si amministra».

Video Notizie

Clicca Mi Piace e resta sempre aggiornato!