Italian English French German Spanish
TwitterFacebookYoutubeBlogger
Domenica, 18 Agosto 2019 05:32

GAETA IL NUOVO MERCATO DEL PESCE TERMINATO. ULTIMATUM DEL COMUNE PER I BANCHISTI ( IL 10 GIUGNO LASCIATE IL LUNGOMARE) POI SARA' SGOMBERO D'UFFICIO A LORO CARICO


GAETA ULTIMATUM DEL COMUNE PER I BANCHISTI DEL PESCE (ENTRO IL 10 GIUGNO VIA LE ATTREZZATURE DAL LUNGOMARE)... POI SARA' SGOMBERO.

IL COMUNE IN QUESTE ORE HA EMESSO UN ORDINANZA (N 232) E CHE HA INVIATO AGLI OPERATORI DEL MERCATINO DEL PESCE SITO SUL LUNGOMARE INVITANDOLI SPOSTARSI NELLA NUOVA STRUTTURA E SMONTARE ATTREZZATURE E BANCHI VENDITA DAI MARCIAPIEDI DEL LUNGOMARE CABOTO ENTRO IL 10 GIUGNO PROSSIMO. POI SI LEGGE NELL'0RDINANZA " SI PROCEDERA' ALLO SGOMBERO D'UFFICIO A CARICO CON ONERI A CARICO DEI CONCESSIONARI ENTRO IL 14 GIUGNO."

C'ERA GIA' STATO UN PRIMO AVVISO DI LASCIARE ENTRO IL 15 MAGGIO IL TRATTO DI LUNGOMARE. AREA CHE VERRA' A BREVISSIMO INTERESSATA DA LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE.

Si legge nell'ordinanza "Viste la nota fatta pervenire dalla ASL Latina dipartimento di prevenzione UOC igiene alimenti di origine animale protocollo A0010/2018 del 21/10/ 2018,  Assunta al protocollo generale al numero 695 46  del  21 12 2018  con la quale che a seguito di sopralluogo effettuato in data 7-12-2018 emergeva che tutte le carenze igienico-sanitarie già riscontrate in data 24/03 2016 evidenziate nell'ordinanza sopra richiamata risultavano non risolte, pertanto l'aria adibita alla vendita di prodotti della pesca banchi temporanea sita in Lungomare Caboto Peschiera per quanto concerneva i requisiti igienico sanitari giudicata non idonea richiesta di emissione da parte dell'ente di provvedimenti di divieto di prosecuzione dell'attività predetta."

"La nota della Capitaneria di Porto di Gaeta demanio prot. 15329  29 03 2019 Qui si rappresentava la necessità "in considerazione del lasso di tempo trascorso di dar seguito con la massima urgenza consentita al trasferimento dei punti vendita in sede più idonea resa disponibile dalle autorità di sistema portuale".

In merito alla vicenda abbiamo ascoltato stamane un operatore:

CI E' ARRIVA TA IN QUESTI GIORNI LA NOTIFICA...MA DOVE ANDIAMO SE LASCIAMO I NOSTRI BANCHI SUL LUNGOMARE?  CI DICANO DOVE ANDARE! ABBIAMO BISOGNO DI UN LUOGO CON FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA E ACQUA POTABILE CON SCARICO. 

NEL NUOVO MERCATO? PAGARE DA 500 A 3000 EURO ANNUI?

IL NOSTRO LEGALE HA CHIESTO UN 'INCONTRO A TRE CON COMUNE E AUTORITA' PORTUALE PER VEDERE SE CI SONO LE CONDIZIONI PER UN POSSIBILE PASSAGGIO ALL'INTERNO DELLA NUOVA  STRUTTURA NELL'EX CANAGA...PERO'NON HA RICEVUTO RISPOSTE .

IL 10 GIUGNO E' VICINISSIMO E RESTA DAVVERO DIFFICILE ANCHE LO  SPOSTAMENTO TEMPORANEO SENZA SERVIZI ... SE QUESTI SONO I PRESUPPOSTI, VALUTEREMO NELLE PROSSIME ORE CON L'AVVOCATO PER AGIRE CON UN RICORSO AL TAR...

 

GAETA 15/05/2019  GAETA MERCATO DEL PESCE SUL LUNGOMARE, DOVREBBERO ESSERE ULTIMI POMERIGGI DI VENDITA -  POI SGOMBERARE I BANCHI DAI MARCIAPIEDI - La maggior parte degli operatori, per vari motivi, non sarebbe favorevole a lasciare il lungomarae anziché spostarsi nella nuova struttura realizzata dall'Autorità Portuale a certe condizioni. Il costo alto del fitto dei nuovi stalli, uno dei problemi (circa 3000 euro annui). Inoltre da aggiungere spese di manutenzione e pulizia locali.


GAETA 15/05/2019 - Ieri sera incontro in comune tra dirigente e avvocati dei titolari degli stalli. "Si sta facendo il possibile per trovare una soluzione proponendo un dialogo anche con l'Autorità Portuale per venire incontro alle esigenze degli operatori, prima di intervenire con un'ordinanza."

STANMANE ABBIAMO SENTITO L'ASSESSORE AL COMMERCIO CHE STA SEGUENDO CON IL DIRIGENTE LA QUESTIONE  - ALESSANDRO MARTONE:"Circa un mese e mezzo fa è stata inviata una prima lettera ai titolari degli stalli del mercato del pesce per cercare di risolvere il problema in via bonaria.

Stalli, che sono comunque sono completamente privi delle questioni sanitarie, e c'è anche un progetto di lavori già appaltato in quella zona, e quindi ci sono dei problemi.

I titolari non hanno aderito a spostarsi nella nuova struttura, adesso vediamo cosa bisogna fare. Sarà anche il nostro dirigente a vedere quali sono le vie legali, per poter uscire da questo stallo.

Credo che sarà fatta un'ordinanza nella quale si obbliga lo smantellamento delle apparecchiature e quindi poi si va avanti...

Perchè non vogliono spostarsi nella nuova struttura?

Secondo me è solo un problema economico, i titolari dagli stalli hanno anche ragione. Stando al comune pagano 500 euro l'anno per occupazione di suolo pubblico. Andando nel nuovo mercato, in una struttura pulita e fornita di ogni conforto, l'Autorità Portuale ha chiesto 30.000 euro annui in totale per circa 14 stalli, somma da dividere per il momento tra i 9 operatori che lavorano sul lungomare, quindi circa 3000 euro per ognuno.

Inoltre ci sarebbero anche le spese di manutenzione straordinarie e pulizie locali a carico dei titolari?

Si, e secondo me sarebbe ingiusto anche questo! Lo ha deciso l'Autorità Portuale senza il nostro intervento. Sono loro i proprietari degli stalli.

 

Video Notizie

Clicca Mi Piace e resta sempre aggiornato!