Italian English French German Spanish
TwitterFacebookYoutubeBlogger
Venerdì, 20 Ottobre 2017 21:47

FATE ATTENZIONE ad un uomo alto, magro, brizzolato e barba sulla quarantina, indossava una tuta. GAETA Vive nell'incubo delle truffe. Razzia continua nelle case di anziane


GAETA 10 maggio 2017. È ancora allarme truffe in città. L’ultimo episodio è stato registrato lunedì mattina nel quartiere medievale, vittima ancora un anziana, sconosciuti le hanno portato via oro e gioielli di famiglia.

Ancora una truffa con lo stesso stratagemmaI malfattori anno raccontato alla donna di 73 anni dovevano consegnarle un pacco per conto del nipote, poi la finta  telefonata del giovane che aveva bisogno dei soldi e l'anziana si è lasciata convincere e non avendo banconote in casa ha consegnato oro e gioielli ai truffatori.

La signora si è accorta dell'inganno, solo dopo qualche ora, quando ha incontrato la figlia e spiegato l'accaduto, ma ormai era troppo i tre si erano già dileguati. Il fatto è stato denunciato ai carabinieri della Tenenza di Gaeta che stanno indagando sul caso. Una brutta vicenda, che la figlia della vittima con grande disponibilità ricostruisce al telefono con voce emozionata pochi minuti dopo l'accaduto. 

Mia madre ora è terrorizzata, e vive da sola! Racconto quanto è accaduto affinché possa servire in qualche modo a fermarli ... mettere in guardia tutti, perché non capiti più a nessuno quello che è successo a lei...

" Ci hanno detto che sicuramente è una banda di truffatori campani, con una persona sul luogo che li informa... sapevano tutto! Conoscevano i nostri nomi, mio figlio, mia madre...sapevano dov'era l'oro! Hanno chi gli dà informazioni in città.

Mia madre ha detto che dall'accento non sembravano stranieri, ricorda un uomo sulla quarantina, alto brizzolato, barba, indossava una tuta.

Mia madre è stata contattata telefonicamente, la voce di mio figlio che le dice: "Nonna non sono andato a scuola , non mi sentivo bene...sta venendo un mio amico, un corriere, dagli dei soldi per un pezzo del computer, poi mamma va in banca e te li restituisce stasera...Puoi dargli anche dell'oro in pegno, poi gli diamo i soldi e lo restituiscono...

Allora mia madre preoccupata gli ha detto:  va bene,  adesso vado in banca a prenderti i soldi -lui le ha risposto:  nonna ti prego,  ti voglio bene dagli i soldi...dagli l'oro...dagli l'oro di mamma fai in fretta altrimenti quello va via e non lascia il pezzo del PC...

A  quel punto hanno bussato alla porta, sono entrati  in casa e vedendo che l'oro della nostra famiglia che a mia madre aveva preparato era poco (regali di prima comunione ecc), hanno fatto scattare un altra telefonata sempre con voce falsa di mio figlio per dirle di dare altro oro perchè il pezzo del computer costava...

E mia madre gli ha tirato fuori l'oro di famiglia antico, il suo, quello di mio padre, delle cose preziose, un anello fatto su misura con incisione, ciondoli, orologi da taschino di mio nonno d'oro, delle sterline, un grande valore anche affettivo.

Solo allora si sono fermati, hanno scritto su un foglietto tutto quello che mia madre gli aveva dato, poi le hanno detto che andavamo di fretta e dovevano rientrare in ditta a Formia.

Una  truffa è stata articolata e ben studiata, hanno meso il telefono fuori posto e mia madre quando cercava di chiamare per avvertirci, rispondeva sempre una voce che si spacciava per  mio figlio - con il malfattore davanti,  lei cercava di chiamare non poteva, la linea era collegata su un numero preimpostato.

Ha cercato di chiamare anche mia zia che abita vicino, ma questa non immaginando cosa stava succedendo ha visto parlare mia madre con "un amico del nipote" e non è entrata in casa.

Quando più tardi mi ha raccontato tutto era convinta che mio figlio avesse fatto la telefonata...lei stravede per il ragazzo. Davanti ai carabinieri ha continuato ad affermare: "mi ha chiamato mio nipote"...ma lui a quell'ora era a scuola .

Video Notizie

Clicca Mi Piace e resta sempre aggiornato!