Italian English French German Spanish
TwitterFacebookYoutubeBlogger
Lunedì, 8 Marzo 2021 16:20

GAETA La «P.Amedeo» stupisce tutti! Grande festa di inizio anno VIDEO


Tre, due, uno, zero...boom...oggi 14 settembre l'Istituto Comprensivo Principe Amedeo ha aperto ufficialmente i battenti e il cuore ai suoi cari alunni con un'accoglienza briosa, fatta di bolle di sapone giganti, di colori, di musica, di palloncini, striscioni... Nel servizio video le immagini dell'evento.

La Preside, i Docenti, il Personale di Segreteria e i Collaboratori Scolastici hanno accolto con emozione gli alunni per dar loro il benvenuto e avviare con entusiasmo il nuovo viaggio scolastico 2015/16. Lavoreranno nella scuola per gli alunni, per aiutarli a fare di ogni ostacolo superato un momento di crescita in vista dell'età adulta.

Gli alunni erano comodamente seduti su di una moquette, offerta alla scuola dal Sig. Bruschi Maurizio, al quale va un ringraziamento speciale da parte di tutti noi, anche se la comunità scolastica sperava all'inizio dell'anno scolastico di trovar realizzata la tensostruttura, ove si sarebbe svolta la manifestazione dell'accoglienza.

L'Istituto ha lavorato dal primo settembre veramente alla costruzione di una continuità fatta di ricerca e confronto con i docenti tutti della scuola dell'infanzia, primaria e secondaria. Un progetto interiore e innovativo, che ha saputo accogliere gli alunni con gioia, entusiasmo e "stupore". Stupore che rappresenta la parola chiave di quest'anno scolastico 2015\16, lanciata dalla Dirigente Mariangela Rispoli.

L'immagine che gli adulti hanno del primo giorno di scuola, stereotipata, ingiallita, "antica" con raccomandazioni genitoriali del tipo " ora dovrai essere buono !", " adesso è ora che impari a stare seduto! "...è stata sostituita con la gioia e lo "stupore" da parte di tutti gli alunni.

La voce fuori campo della prof. Garau ha introdotto la manifestazione con la declamazione dei versi suggestivi di Guido Gozzano della poesia "Stupore", la stessa insegnante, inoltre, ha accompagnato la manifestazione, introducendo le varie esibizioni. Subito dopo tutti gli alunni presenti, dei tre ordini di scuola dell'Istituto Comprensivo, hanno intonato con grande trasporto ed emozione la preziosità della scuola, l'inno "Stella Principe", scritto e musicato dal prof. Montebugnoli.

A seguire c'è stato il momento tanto atteso dell'esibizione della compagnia teatrale "Sopra le righe", diretta da Sergio Locascio e Valeria Martone. Gli interpreti hanno proposto un medley della Walt Disney che ha lasciato tutti incantati, bambini, ragazzi e adulti. E' proprio il caso di dire "Non ci si dovrebbe stupire se non di potersi ancora stupire".

L'esibizione è stata tratta dallo spettacolo "Il mondo dei cartoni", eseguita per la prima volta durante l'evento ludico nazionale "Gaeta games", ideato dall'Associazione Horus, Presidente Adriano Nardone. I bravissimi cantanti solisti sono stati Pamela Passalacqua e Francesco Di Vanni.

 La canzone "Meraviglioso", cantata dai Negramaro e intonata in coro da tutti i presenti, ha ricordato agli alunni di comprendere il vero senso della vita, che si riscopre dietro le piccole e grandi cose che essa ci offre quotidianamente.

La professoressa Garau, infine, ha accolto con gioia la Dirigente Scolastica Dott. Maria Angela Rispoli con degli aforismi, che mai come quest'anno la contraddistinguono, il primo di Oscar Wilde "Io continuo a stupirmi. E' la cosa che mi renda la vita degna di essere vissuta", e ancora quello di Cesare Pavese "Lo stupore è la molla di ogni scoperta. Infatti, esso è commozione davanti l'irrazionale".

Come ogni anno il primo giorno di scuola la Preside ha suggerito alla comunità scolastica dei messaggi che saranno successivamente dettagliati nelle classi di appartenenza. Su questi presupposti ha consegnato, come fa da ormai 11 anni, la parola chiave, che costituirà la macroprogettazione di tutto l'Istituto Comprensivo Principe Amedeo, da cui poi verranno declinati tutti i progetti delle attività curriculari ed extracurriculari.

Ha evidenziato che tutta la scienza si origina da "scoppi" di meraviglia, quindi lo "Stupore" è un elemento importante nel processo di insegnamento-apprendimento, la chiave dell'intelligenza e la molla della conoscenza. E' il movente delle nostre passioni, motore che ci fa apprezzare anche la cosa più piccola della vita. Non bisogna mai cadere nell'abitudine, ci dobbiamo sempre stupire di fronte alla straordinarietà della conoscenza. Platone e Aristotele già parlavano di "Stupore", di questo incontro-scontro della novità, perché la
 novità è il terreno fertile su cui viene impiantata ogni conoscenza.

La Dirigente ha invitato gli alunni ad entrare nell'affascinante e magico mondo del sapere dove incontreranno tanti progetti, attività, iniziative che cattureranno la loro curiosità, la voglia di conoscere, di scoprire. Allora sì che saranno veloci a mettere negli zaini tanta conoscenza, tanta abilità, fino a raggiungere l'agognata competenza, sottolineando che il loro cammino non avrà sempre strade agevoli, dritte ma a volte potrebbero incontrare qualche curva pericolosa, dosso, "ciottolo" da scansare.

Pertanto ha indicato loro l'equipaggiamento più idoneo per superare ogni ostacolo, esso non si può acquistare, perché non si vende in nessun negozio, l'equipaggiamento è formato da strumenti quali: impegno, responsabilità, costanza, determinazione. La Preside ha continuato il discorso affermando che la formazione dei suoi alunni è preziosa per loro e per tutti noi, perché la formazione è il prodromo della crescita sociale, culturale, spirituale di una comunità.

In una società, come in quella in cui viviamo, fluida e globalizzata, nella quale c'è una concorrenza spietata, noi dobbiamo consentire, anzi pretendere che i nostri ragazzi possano competere senza timore con le nuove generazioni degli altri Paesi dell'Europa. Lungo questo cammino gli alunni non saranno soli, saranno affiancati costantemente, intelligentemente dalla loro Preside, dai loro docenti, dalla famiglia, dalle altre agenzie educative, che non a caso oggi sono stati presenti, Comune, Chiesa, Istituzioni militari, Associazioni.

Tutti insieme, ciascuno per il proprio compito, insieme con coraggio, con intelligenza, con caparbietà, insieme in una squadra di lavoro per orientare al meglio l'azione formativa, e trasformare i ragazzi in uomini e donne liberi, sicuri, forti soprattutto culturalmente, in modo da spiccare il volo nell'infinito cielo della vita, dove i ragazzi della Principe Amedeo hanno sempre un posto privilegiato!

Un ringraziamento speciale va a tutti coloro che ci hanno aiutato ad accogliere gli alunni dell'Istituto Comprensivo Principe Amedeo e a donare loro questo momento indimenticabile di festa. Un grazie alle autorità intervenute: Sindaco Mitrano, Don Riccardo Pappagallo, Don Antonio Cairo, Tenente dei Carabinieri Manzi, Comandante della stazione dei Carabinieri La Torre, Comandante dei Vigili Renzi, Presidente dell'Associazione Gaeta e il mare Passeggio, Responsabili della Cooperativa Astrolabio Corona, Presidente del Consiglio di Istituto e tutti gli altri componenti.

Un grazie ai genitori, ai nonni degli alunni, ai collaboratori scolastici, ai docenti tutti, in particolare a chi ha partecipato alla realizzazione della manifestazione dell'Accoglienza:, Baldassarre in rappresentanza dell'Hotel Serapo, Garau, Imbesi, Montebugnoli, Paciullo, Simeone, Tallini, Viola.GAETA 

Clicca Mi Piace e resta sempre aggiornato!