Italian English French German Spanish
TwitterFacebookYoutubeBlogger
Mercoledì, 19 Dicembre 2018 02:20

FORMIA Arrestato algerino 25enne - aggredisce i poliziotti nella stazione e fugge sui binari - importunava i viaggiatori e tentava di sottrarre loro telefonini


Controlli sul territorio su Formia e Scauri di Minturno da parte della Polizia di Stato: denunce e arresti.

FORMIA 14 aprile 2018 - La Questura di Latina ha richiesto la presenza del Reparto Prevenzione Crimine, al fine di accentuare i controlli sul territorio di competenza del Commissariato di Formia. Sono pertanto intervenute tre autopattuglie da Roma che hanno dato ausilio nell’effettuare le consuete verifiche sul territorio, puntando l’attenzione sul lungomare di Scauri di Minturno e il centro di Formia.

Sono state controllate circa 100 autovetture e 150 soggetti provenienti dalla Campania, alcuni dei quali con precedenti di polizia. Tale attività è preziosa in quanto consente di avere un quadro dei soggetti che frequentano il sud pontino.

Nel corso di tale attività gli uffici del locale presidio di polizia hanno effettuato un arresto nei confronti di un algerino che nella stazione di Formia importunava i viaggiatori tentando di sottrarre loro gli effetti personali, in particolare telefoni cellulari.

L’uomo di giovane età (25 anni), alla vista degli agenti della squadra volante intervenuta su richiesta di alcuni cittadini effettuata al “113”, reagiva violentemente aggredendo i poliziotti e tentando di sottrarsi al controllo degli stessi, infatti, dopo essersi divincolato, tentava di far perdere le proprie tracce tra i binari della ferrovia, intraprendendo una pericolosissima corsa tra i vagoni dei treni in sosta.

I poliziotti intervenuti, postisi alle sue calcagna, riuscivano con non poca difficoltà a bloccarlo e ad ammanettarlo considerato che la persona in argomento tirava calci e pugni senza sosta nei confronti degli stessi.

Giunti in Commissariato si svolgevano le formalità di rito e su disposizione dell’A.G. di Cassino, l’uomo è stato condotto presso il tribunale per la convalida dell’arresto.

Prosegue l’attività dell’Ufficio Denunce del Commissariato nello stanare soggetti che, dietro lo schermo del p.c. commettono truffe ai danni di ignari cittadini.

Tre persone sono state denunziate infatti per raggiri commessi con il mezzo informatico che consentiva loro di appropriarsi indebitamente di cospique somme di danaro, ammontanti anche a decine di migliaia di euro.

Trattasi di frodi realizzate impossessandosi dei dati personali delle vittime, e quindi mediante sostituzione di persona nell’attivazione di contratti per forniture varie, oppure di raggiri realizzati tramite siti non affidabili dedicati alle vendite online. Gli autori di tali reati sono provenienti da svariate province d’Italia, di giovane età e chiaramente esperti di computer.

Da circa 20 giorni presso il locale nosocomio è stato riattivato, con una presenza quotidiana di un Ispettore il locale posto di polizia, garantendo un’assistenza continua al personale dell’ospedale e agli utenti dello stesso.

 

                                                                                            

Video Notizie

Clicca Mi Piace e resta sempre aggiornato!