Italian English French German Spanish
TwitterFacebookYoutubeBlogger
Martedì, 9 Agosto 2022 19:44

FONDI Il 5 Settembre scadono i termini per presentare domanda contributi malati Alzheimer e familiari


Il prossimo 5 Settembre scadono i termini per presentare domanda per usufruire di interventi di carattere socio-assistenziale in favore dei malati di Alzheimer e dei loro familiari.

Lo rammenta alla cittadinanza l'Assessore ai Servizi sociali del Comune di Fondi Arcangelo Peppe, facendo seguito alla comunicazione del Luglio scorso con cui si dava notizia dell'approvazione delle Linee Guida da parte della Regione Lazio per la concessione e utilizzazione dei relativi contributi e si comunicava la scadenza per la presentazione delle domande.

Il progetto presentato dall'Ambito Territoriale di Latina e approvato dalla Regione prevede, tra l'altro, la realizzazione dell'azione "Supporto alla Domiciliarità" che si prefigge la permanenza dei soggetti nel proprio contesto familiare e il sostegno nei compiti di assistenza e cura ai cosiddetti caregiver, ovvero a chi assiste un proprio congiunto non in grado di svolgere autonomamente gli atti necessari alla vita quotidiana.

Per accedere alle prestazioni previste nell'Avviso pubblico gli interessati devono presentare domanda presso la Ripartizione Servizi sociali entro Venerdì 5 Settembre p.v. compilando l'apposito modello, scaricabile dal sito istituzionale www.comunedifondi.it nella sezione "Avvisi pubblici" alla voce "Comune di Latina - Assistenza domiciliare diretta e indiretta", corredato da: fotocopia del documento di riconoscimento dell'interessato; certificazione attestante la diagnosi di demenza tipo Alzheimer rilasciato dall'UVA - Unità di Valutazione Alzheimer o dai Centri di cui alla L.R. n°6/2012, oppure piano terapeutico o verbale d'invalidità civile indicante che il soggetto è affetto da demenza tipo Alzheimer; ISEE. La graduatoria provinciale degli aventi diritto sarà predisposta sulla base del punteggio assegnato dalla scheda di valutazione e le domande pervenute verranno suddivise sulla base di fasce di reddito ISEE familiare.

Gli interventi previsti nell'azione sono: assistenza domiciliare diretta – che si realizza attraverso l'invio di un assistente familiare al domicilio dell'utente – e indiretta – con l'erogazione di un contributo economico finalizzato che concorre al pagamento delle spese necessarie per l'assunzione di un assistente familiare. Il monte ore di servizio o il contributo economico che verrà assegnato saranno stabiliti nel Piano di Assistenza Individualizzato, tenuto conto delle condizioni sanitarie e socio-economiche del richiedente.
Per ulteriori informazioni l'Assessore Peppe invita a contattare la Ripartizione Servizi sociali, sita al primo piano della Casa comunale.

Clicca Mi Piace e resta sempre aggiornato!