Italian English French German Spanish
TwitterFacebookYoutubeBlogger
Giovedì, 4 Marzo 2021 22:18

PONZA Raptus di follia, in spiaggia armato di coltello e martello: sfiorata la strage


Ponza 19 giugno. Nella giornata di ieri i Carabinieri del locale Comando Stazione, a conclusione di tempestiva attività info-investigativa, traevano in arresto A.F., trentanovenne del luogo, resosi responsabile di "tentato omicidio".

L'uomo, nella spiaggia di "Cala Cecata", per futili motivi, armato di coltello e martello, aggrediva due uomini, il primo dei quali veniva colpito più volte al petto con il coltello e successivamente al cranio con il martello, mentre il secondo, intervenuto per salvare la vita al malcapitato, veniva anch'egli colpito violentemente al cranio con una martellata.

Al termine del gravissimo episodio, l'aggressore, lasciato sul posto il coltello utilizzato, si recava presso la propria abitazione ove si liberava degli abiti indossati intrisi di sangue.

Il responsabile veniva prontamente individuato e rintracciato dai Carabinieri che procedevano al suo arresto, mentre i due malcapitati, visitati presso il locale posto di primo soccorso di Ponza e trasportati in eliambulanza per le gravi ferite riportate, attualmente versano in prognosi riservata. L'arrestato sarà trasferito presso la Casa Circondariale di Cassino (FR) a disposizione dell'A.G..

 

Clicca Mi Piace e resta sempre aggiornato!