Italian English French German Spanish
TwitterFacebookYoutubeBlogger
Sabato, 22 Settembre 2018 19:14

video "Natale del Cuoco" Serata di Gala a Formia con i migliori chef del territorio


Nella splendida "location" dell'Albergo Bajamar di Formia, l'Associazione Provinciale Cuochi di Latina, guidata dal prof. Luigi Lombardi, ha dato vita alla tradizionale festa del "Natale del Cuoco", edizione 2014.

Un appuntamento divenuto, ormai, una tappa obbligata nel percorso lavorativo degli chef della nostra provincia e che, oltre ad ottemperare al tradizionale scambio degli auguri natalizi e per il nuovo anno, costituisce anche un momento di serena convivialità, in cui presentare il bilancio della vita associativa, degli eventi organizzati o a cui si è partecipato e, ovviamente, dei lusinghieri risultati riportati.

Un dato, quest'ultimo, che diamo per scontato, in virtù delle grandi capacità professionali dei "maestri di cucina" che operano nei tanti locali della provincia di Latina e che, anche nel corso del 2014, hanno dimostrato la propria bravura, conseguendo una serie di vittorie, o comunque, classificandosi in posizioni di tutto prestigio, nei diversi concorsi a cui hanno partecipato, sia in campo nazionale, che a livello internazionale.

E' stato lo stesso presidente provinciale dell'Associazione, nonché docente presso l'Istituto Alberghiero "Angelo Celletti" di Formia, Luigi Lombardi, a chiamare, in passerella ed a presentare agli ospiti della serata, i diversi chef vincitori nelle rispettive manifestazioni culinarie, nonché i colleghi che si fregiano del rosso collare con medaglione dorato, per i venticinque anni di carriera ai fornelli, che erano presenti nel salone del Bajamar. Alla cerimonia ha presenziato anche il sindaco di Formia, Sandro Bartolomeo, unitamente ad altri amministratori ed al presidente regionale del Lazio della Federazione Italiana Cuochi.

Nei vari interventi di saluto che si sono alternati nel corso della serata, un po' tutti hanno sottolineato come il mestiere dello chef, soprattutto nell'attuale momento di crisi e di difficoltà occupazionale, costituisca una valida opportunità lavorativa, in particolare, per i tanti giovani forgiati dall'Istituto Alberghiero e che, con passione, umiltà e volontà, riescono a seguire le orme delle migliori "giacche bianche" impegnate ad elaborare pietanze e ricette.

Importante, altresì, sottolineare come una prerogativa dei cuochi della nostra provincia sia quella di utilizzare per i loro manicaretti i prodotti tipi del territorio, che sono tanti, dai prodotti ittici del Golfo di Gaeta, a quelli dell'agricoltura e della pastorizia dei Lepini, degli Ausoni e degli Aurunci.

Tutti ovviamente squisiti, i piatti presentati nel corso della serata: dalla moltitudine variegata e colorata dei Finger, alle successive portate, innaffiate con una selezione dei migliori vini dell'Azienda "Casale del Giglio", vanto della provincia di Latina e della regione Lazio e rappresentata, per l'occasione, dal "Brand ambassador", Mirko Celani.

Sergio Monforte

Clicca Mi Piace e resta sempre aggiornato!