Italian English French German Spanish
TwitterFacebookYoutubeBlogger
Lunedì, 11 Dicembre 2017 22:08

Alla "Principe Amedeo" di Gaeta due Interessanti Seminari di Studi con Dea Scuola Formazione


ALLA PRINCIPE AMEDEO DI GAETA DUE INTERESSANTI SEMINARI DI STUDI 

Gaeta 30 maggio 2017. L'I.C. Principe Amedeo, notorio per l'impegno costante nel ricercare strategie innovative, finalizzate al miglioramento sul piano della formazione degli allievi e su quello della didattica, ha realizzato due interessanti Seminari di studi incardinati su due tematiche di grande attualità, in collaborazione con la DEA SCUOLA FORMAZIONE.

Il 23 maggio u.s.è stato affrontato un tema sulla didattica digitale"CODING E PENSIERO COMPUTAZIONALE: STRUMENTI PER UNA DIDATTICA INNOVATIVA UN CLASSE" a cura dell'ing.Angelo Sala di Milano che ha fatto comprendere la natura del "pensiero computazionale" e l'importanza di possedere tale competenza per l'avvio del lavoro in classe,per il tramite della programmazione presente oggi in rete e con la possibilità di sviluppare, con scratch, progetti che si agganciano a tutte le discipline scientifiche ed umanistiche.

In data 29 maggio u.s.è stata la volta di un incontro su un argomento sempre presente nella pratica quotidiana"ADHD: ALUNNI IPERATTIVI; DISATTENTI; IMPULSIVI,avente come relatori le d.sse Colangelo e Trabucco.formatori e collaboratori tecnici dell'AIFA ONLUS.

Interessante è stata la loro disamina su uno dei disturbi neurobiologici più diffusi nell'età evolutiva. Si tratta di quei bambini/ragazzi che, a causa del disturbo, presentano difficoltà nel contesto familiare e scolastico, mettendo a dura prova genitori e docenti.

Le relatrici hanno fornito dei preziosi suggerimenti tecnici,educativi e pedagogici per migliorare l'inclusione di questi alunni afflitti da tale disturbo.

"Sono davvero soddisfatta - esordisce la Preside dell'istituto Maria Angela Rispoli - dei lavori seminariali realizzati nelle due giornate e condotti da relatori che, con competenza e dialettica fluida, hanno delineato le problematiche,i mediatori didattici,per l'attivazione dei piani formativi di miglioramento nelle nostre aule scolastiche.

Ciò che ho anche gradito è stata la partecipazione dei docenti provenienti da vari istituti della provincia di Latina, poichè ciò che importa è sicuramente la conoscenza del problema,ma,più ancora, è il confronto delle idee, tra operatori scolastici dei vari gradi formativi, la sinergia negli intenti,per cooperare concretamente ed individuare gli interventi più mirati, per l'implementazione della qualità del servizio nella scuola pontina,a tutto vantaggio dei nostri ragazzi in progressiva crescita culturale e personale"

Clicca Mi Piace e resta sempre aggiornato!