Italian English French German Spanish
TwitterFacebookYoutubeBlogger
Domenica, 17 Novembre 2019 08:52

FONDI Vernissage Durand a Palazzo Caetani


Venerdì 21 Giugno alle ore 19.30 presso il Palazzo Caetani di Fondi avrà luogo il vernissage della mostra "Poesie dagli dei a Gesù Cristo – Dipinti dal 2010 al 2013 di André Durand", organizzato dal Rotaract Club Terracina-Fondi in collaborazione con il Rotary dell'omonimo club, l'associazione "Laurus Nobilis" e l'ausilio della dott.ssa Paola De Luca.

L'iniziativa è patrocinata dai Comuni di Fondi e Terracina, dal CREIA - Regione Lazio e dal Parco dei Monti Ausoni e Lago di Fondi.
André Durand è nato in Canada, dove è cresciuto fino alla maggiore età. Dal 1968 al 2009 ha vissuto a Londra, metropoli in cui conserva la sua casa e il suo studio. Si sente un vero londinese, ma da ormai due anni vive a Sperlonga. Tra gli esponenti della corrente del cosiddetto "Neomodernismo", egli ha recentemente svelato in anteprima al pubblico uno dei dipinti che saranno in mostra a Fondi a partire da domani 21 Giugno e fino a Domenica 14 Luglio e in seguito a Terracina a partire da Sabato 29 Giugno.

L'ultimo dei ritratti cui Durand ha dato vita sulla tela è un "Omaggio a Tiziano e a Giulia Gonzaga". Il patriarca della pittura veneziana è l'artista prediletto e l'ispiratore della pennellata durandiana. Il "tondo" in questione raffigura la bella contessa del Cinquecento nativa di Gazzuolo e sarà esposto all'interno del Palazzo Caetani di Fondi, sede della corte rinascimentale di Giulia e che oggi ha accolto il "Laboratorio Aperto" di pittura dello stesso Durand.

Completeranno l'esposizione i "tondi" della "Via Lucis" – che ripercorre la "Vita di Cristo" nel periodo pentecostale – ed altre imponenti raffigurazioni, tra le quali le "pendant pictures" a carattere mitologico dal titolo "Oreste ruba le capre a Polifemo" e "Balio e Xanto". A Terracina, invece, nella suggestiva Cattedrale di San Cesareo sita nell'acropoli della cittadina romana, saranno esposti la "Madonna dell'Aranceto", "Le lagrime di San Pietro", il tondo "Gesù e Ganimede" e il ritratto di Giovanni Paolo II, per il quale il Santo Padre posò nel 1983 in tre diverse sedute.

In occasione dei vernissage di Fondi e Terracina è in fase di stampa un catalogo che accoglie tra i testi quello a firma dello stesso Durand, letteralmente innamorato delle vicende di Giulia Gonzaga, tanto cantata dall'Ariosto quanto ritratta all'epoca. Eppure sui lineamenti della bella contessa restano ancora incertezze, motivo per cui il pittore di origini canadesi ha offerto la sua versione dei fatti proponendo anche il ritratto al quale egli ipotizza che possa essersi ispirato Tiziano, che delineò i tratti della Gonzaga pur senza averla mai avuta di fronte. Il titolo del catalogo delle opere, "Poesie dagli dei a Gesù Cristo", nasce innanzitutto dal fatto che lo stesso Tiziano chiamasse "Poesie" i suoi dipinti di carattere mitologico.

«Spero che tutti possano avere la possibilità di visitare questa mostra – afferma Roberto Persico, Presidente del Rotaract Terracina-Fondi –, tra le poche in Italia ad essere davvero itinerante, poiché segue un percorso storico immaginario e reale che congiunge, tra l'altro, due città che nonostante le alterne vicende storiche si amano profondamente».

Clicca Mi Piace e resta sempre aggiornato!