Italian English French German Spanish
TwitterFacebookYoutubeBlogger
Mercoledì, 25 Novembre 2020 16:57

"Braccialetti Rossi", Il Garante del'Infanzia Spadafora commenta il successo della fiction di Rai1


"Non era facile decidere di avventurarsi in una fiction ambientata in un ospedale per bambini. Non era facile far recitare ragazzi senza capelli perche' affetti da tumore, eppure sorridenti, allegri, generosi. E soprattutto non era facile far capire che bambini e ragazzi hanno sempre dei diritti, anche e soprattutto quando la malattia li colpisce.

Grazie quindi alla Rai e ai dirigenti della fiction. Lo ha detto Vincenzo Spadafora, Garante per l'infanzia e l'adolescenza, commentando la fiction Rai "Braccialetti rossi". "I bambini e i ragazzi sono delle persone, sempre e comunque. E possono crescere con degli ideali e il senso della collettivita', oppure possono essere abbandonati alla solitudine e ai disvalori. Cosi' come, da malati, possono essere trattati da persone o da casi clinici", ha aggiunto il Garante. Nel 2001 e' "stata adottata anche in Italia la Carta dei diritti dei bambini in ospedale ispirata alla Convenzione Onu sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza. Eppure, nell'ultimo periodo, si e' sentito il bisogno di andare oltre, di approfondirla per dare dignita' alla malattia e ai minori che l'hanno incontrata.

Un gruppo di lavoro, coordinato dall'Istituto nazionale per i diritti dei minori (INDiMi), ha lavorato ad un nuovo codice che si rivolge a tutte le strutture presenti sul territorio, non solo agli ospedali". Il Garante segnala i due documenti principe per chiunque voglia misurarsi con questo tema: il Codice del diritto del minore alla salute e ai servizi sanitari e La Carta dei diritti del bambino morente che la Fondazione Maruzza Lefebvre ha promosso e che presentera' nei prossimi mesi.

Dieci diritti centrati sui sentimenti, sul rispetto della persona (minorenne, che importa?), sull'ascolto, sulla famiglia (da sostenere). La famiglia, per l'appunto: un altro merito, agli occhi di Vincenzo Spadafora di "Braccialetti rossi": "La famiglia e' spesso argomento politico da campagna elettorale, ma quando si deve passare dalle parole ai fatti, vediamo solo tagli e disattenzione. E' importante invece che le famiglie siano sostenute nelle difficolta', ed affrontare la malattia e forse la morte dei propri figli e' qualcosa di piu' di una "difficolta'". Grazie ancora alla Rai per far vedere, con garbo e leggerezza, la vita di un ospedale pediatrico. E di mostrare che bambini, ragazzi, madri e padri possano vivere al meglio anche la realta' dura della malattia.

Clicca Mi Piace e resta sempre aggiornato!